Il Calcio per Genova

Il Calcio per Genova - B Solidale

E’ attivo da oggi il numero verde 800 585858, con il quale è possibile partecipare alla campagna di solidarietà lanciata dalla FIGC a favore della ricostruzione degli impianti calcistici del capoluogo ligure. Coloro che doneranno con carta di credito avranno anche una piacevole sorpresa: a rispondere sarà infatti la voce del capitano azzurro Gigi Buffon, che li guiderà nella procedura.

E’ questa una delle iniziative promosse dalla Federcalcio per testimoniare la propria vicinanza alla popolazione genovese, una campagna benefica che culminerà nell’amichevole promossa martedì sera tra la Nazionale di Conte e l’Albania allo stadio “Luigi Ferraris” di Genova (calcio d’inizio alle ore 20.45).

Per l’occasione, nei giorni scorsi sono state ufficializzate altre iniziative di fundraising, come la scelta di destinare una quota degli introiti derivanti dai diritti televisivi della partita e quella di devolvere l’equivalente economico del numero di biglietti omaggio distribuiti in occasione della precedente gara disputata dalla Nazionale a Genova (Italia-Stati Uniti del 29 febbraio 2012). Ma la solidarietà di tutto il mondo del calcio alla città e alla sua gente si è manifestata anche attraverso l’immediato stanziamento di fondi da parte della Lega di Serie A, Lega Serie B, Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti, oltre al coinvolgimento delle componenti tecniche Aia, Aic, Aiac, a conferma di come tutta la famiglia del calcio italiano sia unita per Genova e in particolare per la ripresa dell’attività sportiva nelle zone colpite dall’alluvione. 

B Solidale per il Disagio Sociale sostiene AVIS

B Solidale per il Disagio Sociale sostiene AVIS - B Solidale

B Solidale al fianco di AVIS per contrastare il bullismo attraverso la campagna "+ Volontari - Bulli". Dal 28 ottobre al 6 dicembre 2014, AVIS avrà l'opportunità di promuovere negli stadi della Serie B, per sette giornate e 77 partite, gli spot e il materiale informativo della campagna nazionale per denominata “+ Volontari – Bulli” per contrastare il fenomeno del bullismo.

La campagna contro il bullismo è nata dall'esperienza maturata in una serie di laboratori organizzati nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, con il coinvolgimento di psicologi, attori teatrali e volontari dell’Associazione. Grazie a queste attività progettuali, gli studenti hanno potuto sperimentare la solidarietà come alternativa al modello violento rappresentato dai comportamenti prevaricatori dei bulli.

«Siamo davvero lieti – commenta il presidente AVIS, Vincenzo Saturni - di essere stati scelti come partner dalla Lega Serie B per B Solidale e apprezziamo la responsabilità sociale che questo campionato dimostra. Anche noi abbiamo diverse lettere B che ci riguardano: B come BUONA azione. Chi dona il sangue la compie per gli altri che ricevono il sangue, ma anche per se stesso, perché tiene sotto controllo il proprio stato di salute. B come BISOGNO costante di sangue ed emocomponenti. Ogni giorno servono circa 8.000 unità di sangue per le necessità dei nostri malati. B come BULLISMO, un fenomeno che vogliamo combattere promuovendo stili di vita sani, positivi e solidali. Sport e volontariato sono due occasioni privilegiate per sconfiggere il BULLISMO».

 

L'Avis è un'Associazione di volontariato costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. Gli scopi dell'associazione fissati dallo Statuto erano e sono: venire incontro alla crescente domanda di sangue, avere donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute, donare gratuitamente sangue a tutti, senza alcuna discriminazione.

B Solidale

B Solidale